Cena degli auguri 2012

Mercoledì 12 dicembre 2012 alle ore 20:00 presso la Trattoria dei Combattenti ci sarà la consueta cena natalizia degli auguri, in compagnia del socio e sommelier Dr. Matteo Longhi.

Il ristorante si trova in via Serafino Balestra 5/9 a Como, telefono 031-270574 ed è adiacente al Museo di Palazzo Giovio di fronte all’entrata della scuola delle Canossiane. Dalle ore 20:00 potete sostare gratuitamente nei parcheggi situati in viale Lecco, via Sirtori, e via Mentana (adiacenti al Mercato Coperto).

Menu

Il Buffet

  • Cappasanta alla Bretonne
  • Frittura di alborelle in cartoccio
  • Baccalà mantecato in crostino
  • Passata di ceci con gambero
  • Spiedino di persico e porcini fritti
  • Fiore di culatello con fico secco
  • Cocottine di rognoncino con polenta
  • Oca affumicata con purea di castagne
  • Piccola tartare alla Combattenti
  • Assaggi di 3 formaggi con gli accompagnamenti

Primo piatto

  • Garganelli con zucca e carciofo croccante

Secondo piatto

  • Carré di vitello con salsa al Pinot Nero e porcini

Intermezzo

  • Bitto invecchiato e Martin sec al passito bianco

Dolce

  • Bauletto di ricotta alla cannella

Vini

I vini sono stati selezionati personalmente dal delegato di Como e sono:

  • un emergente Franciacorta Pas Dosé 2009 Marchiopolo dal perlage fine e persistente, naso ricco di sensazioni erbaceo-fruttate mescolate a profumi pastosi da forno. Gusto molto secco, continuo, equilibrato e persistente.
  • un eccezionale Verdicchio dei Castelli di Jesi classico Balciana 2009 Sartarelli. Il Balciana è stato medaglia d’oro all’International Wine and Spirit Competition (IWSC), prestigioso concorso enologico londinese (il più antico e famoso del mondo) dove, nel 1999 il Balciana 1997 in degustazione cieca, risultò il migliore del mondo nella sua categoria. L’altissima reputazione del Balciana si riconferma nell’annata 2009; un prodotto perfetto, godibile subito, ma capace di evolvere meravigliosamente nel tempo. Alcune valutazioni della guida AIS (5 grappoli): “abbaglia la smagliante veste dorata […] ampio ed elegante il ventaglio olfattivo […] acacia e tiglio, mango, cedro candito […] soffusa balsamicità […] sfumature minerali. Incipit gustativo possente con progressione fruttata […] coda sapida e di lunga persistenza. Solo acciaio.”
  • altro grande, grandissimo, vino proposto è il Pinot Nero Riserva Schweizer 2009 Franz Haas in Magnum. Meticolosità, impegno, voglia di fare sempre meglio. Questo è Franz Haas, vero e proprio simbolo della crescita imperiosa del vino alto-atesino. Grande interprete del territorio (suo è anche il buonissimo Moscato Rosa costantemente premiato con i 5 grappoli AIS), Franz Haas ci propone ogni anno vini intensi e caratteriali guidati dal suo Pinot Nero Schweizer. Dalla guida AIS: “splendido granato chiaro. Olfatto con note di frutti di rovo in confettura, rosa selvatica, tamarindo e china, percezioni speziate e boisé. In bocca caldo e sapido con trama tannica piuttosto fitta. Acciaio e barrique per un anno”.
  • con il Bitto e il dolce ecco il gioiello scoperto nell’azienda Fiegl di Oslavia: IGT Venezia Giulia Bianco Meja01 2007 Fiegl.Vino passito di Traminer aromatico 80% e Sauvignon 20%. Dalla guida A.I.S.: “oro antico, note fortemente aromatiche con sentori di sciroppo di rose e pasticceria. Dolce concentrato, lungo e ammandorlato nel finale. Barrique 24 mesi”.

Considerazioni

A fronte di questi grandi vini è stato chiesto al patron dott. Matteo Longhi e agli chef Giulio Micalef e Andrea Ferrario un colpo d’ala e di volare alto nel proporre un menu che li potesse supportare; la richiesta è stata prontamente e pienamente soddisfatta.

Nel buffet (aperitivo e antipasto) sono proposte piccole portate che raccontano la storia dei piatti serviti attualmente e negli anni passati nel ristorante stesso. Banditi pizzette, salatini, fritturine vegetali e focacce.
Il primo piatto delicato e riposante al palato (con il BALCIANA) prepara al secondo piatto di carne, forte e strutturato (con il Pinot Nero), mentre ai dessert aromatici e speziati è stato abbinato il vino passito.

Infine, cosa che non guasta, tutti i vini sono “ad libitum” che — per chi non fosse latinista — significa “a piacere, o a volontà, o secondo il proprio capriccioso desiderio”.

Buon appetito e prenotatevi subito! I posti sono limitati alle sole prime 65 iscrizioni (sessantacinque) e sarà possibile portare accompagnatori. Pagamento nell’ambito della stessa serata. Il costo è estremamente contenuto: 65,00 euro (di nuovo sessantacinque).

Prenotazioni

La prenotazione deve essere effettuata con Giancarlo Botta al numero 347-2548396 (no SMS) oppure tramite mail a giancarlo_botta@tin.it.

Ricordiamo sempre che chi fosse impossibilitato a partecipare deve disdire  almeno 3 giorni prima della manifestazione. In caso contrario gli verrà ugualmente addebitato il relativo importo.

Un cordiale saluto a tutti e un caloroso augurio di Buone Feste.

Annunci

Delegazione provinciale di Como